fbpx

 

Viaggiare in moto in due: consigli per l’uso (I° parte)

L’interfono per moto

Viaggiare insieme con un’altra persona a mio avviso non è semplice e credo che il viaggio in coppia a volte mette a dura prova. Già nella vita quotidiana ci sono divergenza e tensioni però se si ha una buona intesa e dialogo con il compagno di viaggio tutto si risolve.

Nei nostri viaggi in moto uno degli aspetti che facilita la comunicazione è sicuramente l’interfono. Noi lo abbiamo utilizzato fin dall’inizio e lo abbiamo trovato molto utile. Il primo interfono che abbiamo utilizzato, circa 10 anni fa, è quello a cavo, ma di recente ci siamo convertiti al bluetooth in concomitanza con il cambio del casco. A parità di prestazioni quello a cavo può essere scomodo per il passeggero perchè scendendo deve ricordarsi di staccarlo (ho perso il conto delle volte che sono scesa scordandomi di farlo), ma a parte questo non sto riscontrando grosse diversità.

Ma perchè utilizzare l’interfono in moto? Non è meglio godersi in silenzio il viaggio?

Nel nostro caso lo abbiamo trovato utile in diverse occasioni, eccole:

  • due occhi in più nel traffico e nelle strade che non si conoscono possono essere utili  tenete presente che la zavorrina ha modo di poter avere una visuale più ampia della strada e prestare più attenzione ai cartelli autostradali a volte anche ai guidatori un po’ distratti ed avvisarvi in tempo reale;
  • nei caselli a pagamento (autostrada, traghetto, etc.) può facilmente ritirare il biglietto ed effettuare il pagamento, senza distrarre troppo il pilota e velocizzare la transazione;
  • grazie all’interfono essere il navigatore di scorta, nel caso in cui lo utilizziate, o principale; è importante coinvolgere anche la zavorrina nella pianificazione del viaggio, a volte i navigatori vanno in loop, la zavorrina no;
  • durante il rifornimento, può agevolmente andare a pagare, senza che il pilota lasci la moto incustodita;
  • nei viaggi lunghi o in autostrada, far passare la noia facendo due chiacchiere senza distrarre troppo il pilota.